I nostri consigli per scegliere la parete attrezzata

Acquistare una parete attrezzata per arredare il soggiorno può rivelarsi un’ottima idea, soprattutto se stai cercando una soluzione armoniosa per unire stile e funzionalità ed hai a disposizione stanze di piccole dimensioni. Questo tipo di complemento d’arredo infatti, ti aiuta a creare gli ambienti di cui hai bisogno, mescolando spazi pieni e spazi vuoti in un dolce equilibrio. Dal punto di vista estetico, il soggiorno appare subito più ordinato e spazioso.

 

Ecco qualche consiglio per scegliere la parete attrezzata perfetta per la tua casa, tenendo in considerazione le tendenze più recenti e le necessità di contenimento.

 

Le misure

La maggior parte delle pareti attrezzate sono composte da elementi componibili e modulari, perfette per adattarsi ad ogni tipo di ambiente domestico e capaci di soddisfare qualunque esigenza. Di solito, i pensili hanno una profondità di 60 cm, mentre ripiani e mensole si mantengono su una misura variabile a partire dai 30 cm. Ovviamente, si possono realizzare anche pareti completamente su misura.

 

Tipologie di pareti a confronto

Esistono due categorie principali di pareti attrezzate: a spalla portante e con moduli indipendenti. La prima comprende quei modelli formati da una colonna con fianchi che poggiano a terra, mentre la seconda è caratterizzata da moduli contenitori con libertà assoluta di composizione. Quest’ultime lasciano senz’altro maggior spazio alla creatività e possono essere spostate e trasformate con più facilità. Una parete a spalla portante potrebbe essere la soluzione ideale se prevedi una libreria come elemento dominante della stanza.

Puoi scegliere anche il tipo di anta: per esporre gli oggetti orientati verso un’anta di vetro trasparente oppure un modulo aperto (senza anta), mentre per conservare gli oggetti prediligi un’anta chiusa.

 

A ciascuno il suo stile

È fondamentale mettere in primo piano lo stile generale della casa, cercando di immaginare nel dettaglio l’effetto finale per preservare il fascino e la serenità degli ambienti ed enfatizzarne le fattezze.

Ad esempio, dovresti evitare di scegliere una parete attrezzata a quadro a meno che il tuo salotto non sia arredato in maniera eclettica o con qualche mobile antico. Per quanto riguarda i colori, puoi scegliere tonalità particolarmente contrastanti tra loro per giocare con i volumi ed ottenere un effetto visivo ancora più d’impatto, elegante ed armonico.

 

Materiali e combinazioni vincenti

Il materiale più utilizzato è il legno, che può essere rifinito in modo diverso (ad esempio laccato lucido od opaco) per entrare in sintonia con gli arredi esistenti. Altre soluzioni prevedono l’impiego di metalli, come l’alluminio o l’acciaio, o di vetro temperato, spesso combinati tra loro per creare pareti leggere e durevoli nel tempo. Anche in questo caso, la scelta dipende principalmente dai tuoi gusti personali e dallo stile della tua casa.

 

Ispirazioni d’arredo

E per concludere, lasciati ispirare dalla nostra gallery fotografica, per trovare la parete che meglio si sposa con le tue esigenze:

Fonte immagini: Pinterest e Arredissima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letto contenitore o no? Le differenze in termini d’arredo

Quali sono le principali differenze tra letto contenitore e non e i consigli per scegliere il letto migliore per la propria camera. Anche

Piano cottura a induzione e a gas: quale scegliere per la cucina?

MEGLIO UN PIANO COTTURA A INDUZIONE O A GAS? La risposta più corretta è: dipende! Dal proprio tipo di cucina, dall’arredamento, dal budget