12 consigli per un pic nic perfetto!

Cestini di vimini traboccanti di manicaretti, romantici cappelli a tesa larga, vestiti bianchi in pizzo sangallo e una coperta a quadri: a cosa state pensando? Forse a quei pic nic che si vedono nei film? 
Questi giorni di vacanza sonio l’ideale per concedersi una gita fuori porta in totale relax anche se noi il pic nic ce lo immaginiamo ben diverso e funzionale! Ecco perciò qualche consiglio per godersi una splendida giornata in mezzo alla natura!

1. Scegliamo un posto vicino a casa! Molto spesso non serve fare molti chilometri per trovare un po’ di tranquillità, anche un parco cittadino andrà benissimo: non avrebbe senso passare un sacco di tempo in macchina e magari pure in coda!

2. Piatti veloci da preparare, facili da consumare e buoni da mangiare freddi: paninettii, tramezzini, polpette, un plum cake salato, torte salate, muffin, frittattine svuotafrigo, frutta e un buon dolce, magari al cioccolato che accontenta sempre tutti!

3. Infiliamo tutto in contenitori ermetici: il cibo si manterrà più fresco, eviteremo di macchiare in giro e limiteremo i danni delle briciole! Un’altra accortezza è quella di riporre le portate secondo l’ordine di consumo, in fondo i dolci e via via fino agli antipasti.

4. Avete mai pensato di mettere il cibo dentro a dei vasetti? Magari l’insalata di pasta, ideale come monoporzione ed estremamente comoda sia da trasportare che da consumare seduti per terra!

5. Piatti, posate, bicchieri, un coltello affilato, tovaglioli di carta, apribottiglie, sale, pepe e olio. Non dimentichiamo le indispensabili salviettine umidificate!

6. Già, proprio una bella tovaglia a quadri! Però se fosse cerata sarebbe meglio, così ci proteggiamo un po’ dall’umidità del terreno! Anche un telo di plastica da porre sotto ad una tovaglia di stoffa andrà benissimo; non ce l’abbiamo? La tenda della doccia sarà perfetta!

7. Crema solare: se il sole particolarmente forte magari rischiamo di prenderci una bella insolazione o di bruciarci guance e punta del naso. E ritrovarci con una bella abbronzatura in puro stile ciclista.

8. Il cestino di vimini, bellissimo ed estremamente romantico, sia chiaro. Ma se portiamo anche un borsa frigo forse è meglio! Più funzionale, le bibite rimangono ad una temperatura potabile e il cibo si mantiene più fresco. Esistono pure le vie di mezzo 🙂

9. Un thermos. “Per cosa? Tanto fa caldo!” Riuscireste a sopravvivere un’intera giornata senza caffè? Siate sinceri.

10. Sacchi per la spazzatura: lasciamo tutto come l’abbiamo trovato. Ce l’hanno insegnato fino da quando siamo piccoli, ma ogni tanto ci scappa di mento e ce lo dimentichiamo!

11. Un repellente contro gli insetti, magari bastano anche solo un paio di candele alla citronella!

12. Il coltellino svizzero! Come potete anche solo pensare di riuscire a sopravvivere una giornata all’aperto senza un coltellino svizzero? Eddai!

Pronti per questa sottospecie di piccolo trasloco giornaliero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come scegliere il tavolino giusto per il soggiorno

Nell’arredamento la scelta di ogni singolo elemento è importante perché contribuisce a conferire all’ambiente una determinata atmosfera: anche i mobili complementari, apparentemente meno

5 modi creativi per decorare la testiera del letto

La camera da letto è una delle stanze più intime e personali della casa; per questo vogliamo che ci trasmetta solo sensazioni positive